visita pre-letargo tartarughe

Settembre è il mese in cui fare la visita pre-letargo alle tartarughe, sia di terra che d'acqua. 

Mi riferisco in particolare alle specie nostrane (testudo hermanni, T. graeca e T. marginata) e alle comunica tartarughe d'acqua Trachemys Scripta Scripta e T.S. Troostii. 

 

Anche se settembre può sembrare presto, si fa in questo mese perchè, in caso ci siano dei problemi o ci fossero dei farmaci da somministrare, è possibile intervenire facendo conto su una temperatura mite che permetta ancora un discreto metabolismo e, conseguentemente, lo smaltimento completo dell'eventuale farmaco prima che l'animale vada in letargo, evitando così che questo permanga nell'organismo con effetti potenzialmente dannosi. Tipico è l'esempio della somministrazione dell'antiparassitario. 

La visita comprende sempre anche il controllo del pese e l'esame delle feci, sia fresco che per flottazione, particolarmente importante sopratutto per quei soggetti che vivono in giardino e per chi ha più tartarughe. 

 

Ne approfitto per ricordare che il letargo è una fase fisiologica normale per le specie predisposte ed ha delle importanti funzioni. Quindi per quando possa impressionare vi invito a farlo fare a tutti i soggetti. E' sempre da preferire il letargo controllato. Possono essere esonerati solo i soggetti che sono in terapia o con gravi patologie per i quali il vostro veterinario saprà sicuramente consigliarvi come comportarsi.