· 

L’alimentazione nei pappagalli, linee guida generali

Linee guida genrali per l'alimentazione dei pappagalli (ogni specie ha poi le sue cartatteristiche specifiche):

-la prima delle regole è quella della verietà: quanto più una dieta è varia tanto più serà equilibrata ed un piccolo errore verrà minimizzato. 

-cosa non deve mai mancare nella dieta dei pappagalli? Frutta  e verdura! 

Nelle specie di piccola taglia vengono utilizzati i semi commerciali, che come base vanno bene, ma vanno messi a disposizione in piccole quantità aspettando che li abbiano finiti tutti prima di metterne altri.

Mentre nei pappagalli di taglia maggiore, vengono solitamente sostituiti con gli estrusi (che possono essere utilizzati anche in quelli di piccola taglia). Non dimentichiamoci mai, però, di proporre anche frutta e verdura fresca di tutti i tipi (no l'avocado!).

-altri alimenti facilmente reperibili ed ottimi sono i cereali e i legumi ad uso umano. Nelle specie di taglia medio/grande i legumi sono importanti per la loro quantità di calcio (i cenerini ne sono spesso carenti) e proteine.

 

Quindi, riassumendo:

-come base estrusi o semini in quantità limitata, 

-poi frutta, sopratutto, e verdura quanto più varia possibile,

-ad integrare cerali e legumi